Gusto particolare dovuto alla combinazione degli ingredienti, aromatico e speziato. L'infusione è una bevanda per tutti i gusti e per ogni stagione, ottima sia consumata calda in inverno e sia fredda nella calura estiva. Consigliata quando è caldo per le sue doti rinfrescanti e reidratanti, rappresenta una piacevole pausa deliziosa.

Infuso zenzero arancia e cannella: proprietà e benefici

Questo infuso possiede proprietà antiossidanti che favoriscono il nostro benessere grazie alla presenza di sostanze benefiche e minerali presenti nelle scorze d'arancia, nello zenzero e nell'ibisco (karkadè).

Lo zenzero notoriamente è utilizzato nelle infusioni per la regolare attività digestiva, e per le sue doti che aiutano la depurazione. Un'attività detox naturale supportata anche dalla cannella, che favorisce l'attività gastrointestinale e il corretto metabolismo dei carboidrati.

Questo infuso è anche un eccellente sostituto delle bevande zuccherate, con il suo sapore saziante per la presenza di mela e ibisco, a fronte di poche calorie. I benefici delle scorze di arancia riguardano anche l'apporto di elementi utili al sistema immunitario, insieme all'ibisco e al cinorrodo. Inoltre, arancia e ibisco donano dei benefici per il drenaggio dei liquidi e alla funzionalità delle vie urinarie – utili alla miscela sempre in funzione detox.

Origini e Storia della coltivazione

La pianta dello zenzero ha origini incerte, ma si ritiene proveniente dall'Asia. È probabile che anticamente gli indiani e i cinesi abbiano coltivato lo zenzero come radice tonica, presente nella loro alimentazione per oltre 5.000 anni. Se ne sfruttava e ancora oggi si usa il suo rizoma, che contiene una oleoresina ricca di molti componenti bioattivi, come il gingerolo - il principale ingrediente che dona il gusto pungente. Questa pianta è oggi coltivata in tutti i climi tropicali umidi, e l'India rappresenta il maggior produttore.
L'arancio è originario di una regione asiatica tra la Cina, l'India e il Myanmar. Il suo uso nell'alimentazione è molto antico (la prima menzione dell'arancia dolce risale al IV secolo in Cina). L'arancia dolce è considerata un ibrido tra il pomelo e il mandarino, successivamente coltivata e diffusa in molte altri continenti. Ad oggi, l'arancio è uno tra gli alberi da frutto più coltivati al mondo.
Originaria di Ceylon (oggi Sri Lanka), la cannella Cinnamomum zeylanicum è una pianta nota fin dall'antichità. Si trova citata negli scritti cinesi del 2800 a.C. e ancora oggi viene usata per ottenere la spezia, considerata squisita per il suo sapore caldo e intenso. Si ricava dall'essiccazione della corteccia nella sua parte interna, che arricciandosi crea la forma a bastoncino con cui la troviamo in commercio. Anticamente era usata anche per imbalsamare o per usi terapeutici, oltre a quelli alimentari e per conservare la carne.

Frutta e fiori

La pianta del Malus domestica appartiene alla famiglia delle Rosacee, e dona le mele. È un albero originario dell'Asia, diffuso ormai in tutto il pianeta. I frutti si diversificano nei colori, nella polpa e nelle dimensioni in base alle tante varietà.
Pianta tropicale, lo zenzero è lo Zingiber officinale, della famiglia Zingiberaceae. Mostra foglie lanceolate e fiori bianchi o gialli. La sua radice, o meglio il rizoma sotterraneo, offre un aroma ricco di note legnose e agrumi dolci.
L'albero dell'arancio dolce è il Citrus x sinensis appartenente alla famiglia Rutacee. Quasi certamente è nato come ibrido tra il pomelo e il mandarino, in Cina. Nei secoli le varietà di arancio sviluppate sono numerose, e le arance dolci si distinguono dalle arance amare.
L'albero di cannella è il Cinnamomum zeylanicum, un sempreverde della famiglia Lauraceae. La sua corteccia rende le proprietà aromatiche che creano la spezia della cannella. Cresce in terreni umidi e ben drenati, e raggiunge circa 15 metri di altezza.
La pianta dell'ibisco e la Hibiscus sabdariffa, della famiglia Malvacee. Cresce nelle regioni tropicali e subtropicali di tutto il mondo. Le foglie sono consumate come verdura, il calice e i fiori sono usati come aromi, coloranti e per la preparazione del tè all'ibisco.
Il cinorrodo è il frutto della Rosa canina, varietà della Rosa - pianta perenne della famiglia delle Rosaceae. Molto diffusa in Italia, è detta anche rosa di macchia o rosa selvatica. Il cinorrodo è un falso frutto, di colore rosso, dalla consistenza carnosa. Contiene all'interno gli acheni, i veri frutti.

Valori nutrizionali dell'infuso di zenzero arancia e cannella

Tra i principi attivi sono presenti gli acidi (acido ascorbico, malico, citrico e tartarico) , i tannini e i sali minerali rilasciati dagli ingredienti. Altri gruppi benefici antiossidanti sono quelli della cannella, come l'acido cinnamico e il cinnamaldeide. Lo zenzero apporta i composti gingeroli e gli shogaoli, che si uniscono ai componenti antiossidanti dell'ibisco, le antocianine e altre sostanze bioattive.

Come adoperare gli ingredienti nell'infusione

L'infuso si ottiene inserendo in una tazza (250 ml), circa 3-5 grammi della miscela zenzero arancia e cannella con acqua a 100 °C.

Lascia in infusione dai 10 ai 12 minuti, prima di bere. Aggiungi miele o zucchero, se lo desideri.

Infuso zenzero arancia e cannella: effetti collaterali e controindicazioni

Per ottenere dei benefici ed evitare gli effetti indesiderati è necessario rispettare le dosi consigliate e non eccedere nel consumo dell'infuso. L'assunzione eccessiva può provocare disturbi gastrointestinali, mal di testa, irritazione e acidità di stomaco.
Come acquistare i nostri infusi
Tutti gli infusi Naturad'Oriente sono in vendita sfusi, potrai selezionare in pochi clic, il gusto e il formato che preferisci, procedere con facilità all'ordine selezionando il metodo di pagamento che meglio risponde alle tue esigenze.

0236/50

Riferimenti Specifici

ean13
8056479081103
Aggiungi altri prodotti al tuo carrello

16 altri prodotti della stessa categoria: