Carrello  

Nessun prodotto

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Pagamento

 

 

 

Spedizione Gratis per ordini superiori a 49€!

Newsletter

Nuovi prodotti

Tutti i nuovi prodotti



Pepe melange quattro colori

I grani di pepe quattro colori si sposano bene con le seguenti spezie: chiodi di garofano, salsi pregiati, fleur de sel, zenzero, aglio, erbe mediterranee, noce moscata, stecche di cannella, scorza di limone, cipolle.

Ingredienti: pepe rosa, pepe nero, pepe bianco, pepe verde.

Più dettagli...

In vendita

2,75 €

Disponibile: Disponibile

Questo prodotto può essere acquistato con contrassegno
Prodotto Peso Prezzo Unitario IVA Inclusa Disponibile Q.ta
Pepe melange quattro colori 40gr
2,75 €
Pepe melange quattro colori 75gr
4,55 €
Pepe melange quattro colori 100gr
5,90 €
Pepe melange quattro colori 150gr
8,55 €
Pepe melange quattro colori 250gr
12,80 €
Pepe melange quattro colori 500gr
21,65 €
Pepe melange quattro colori 1 Kg
34,65 €
Compra tutti i Prodotti Selezionati nella Tabella

Pepe melange quattro colori: proprietà, benefici ed usi

Proprietà e benefici

Il pepe melange composto da pepe verde, rosa, bianco e nero e sono i frutti di una stessa pianta. Si tratta di un arbusto tropicale originario dell'India meridionale. Le bacche di pepe verde vengono raccolte prima di maturare e quindi essiccate. Hanno un aroma con note di erbette. Per ottenere grani di pepe nero, le bacche vengono raccolte verdi e quindi essiccate con cura con tutta la polpa e la pellicina esterna. Per ottenere il pepe bianco i frutti vengono raccolti a piena maturazione, fatti macerare in acqua e quindi separati dalla buccia e dalla pellicina esterna. Le bacche del pepe rosa sono i frutti dell'albero del pepe brasiliano che appartiene alla famiglia delle Anacardiaceae, una famiglia quindi diversa da quella del vero pepe.

 

Origini e cenni di storia

Raccontare in poche righe la storia del “re delle spezie” non è facile: il commercio del pepe in molti casi ha influenzato la Storia, grazie alla capacità di questa spezia di conservare le derrate alimentari dalla decomposizione, a partire dalle carni. Il pepe, originario dell’India, arrivò nel mondo occidentale circa duemilacinquecento anni fa, incontrando l’incondizionato favore di medici e gastronomi. Nella cucina di Roma entrava in molte pietanze, pur se sostituito talvolta dal più economico mirto.
Si sapeva così poco della pianta di pepe che in epoca imperiale si era diffusa la leggenda che fosse raccolto dalle scimmie, poiché la pianta germogliava in luoghi inaccessibili all’uomo.
Gli antichi, conoscendo solo i grani ma non la pianta, incorsero nell’errore di credere che pepe bianco e pepe nero fossero due alberi diversi. Arrivato a Roma nel corso del I secolo d.C., il pepe acquistò rapidamente fama e prestigio. La difficoltà di trasportarlo senza danneggiarne i grani con l’umidità lo resero prezioso, al punto di farlo divenire una merce di scambio equiparabile  all’oro. La lotta per il monopolio del mercato del pepe coincise con la caduta dell’Impero Bizantino.
Venezia, controllando la via della seta, divenne una sorta di agente unico dell’importazione e lo rimase a lungo, nonostante i tentativi di Genova di contenderle il primato. Fino al XVI secolo l’uso del pepe rimase appannaggio delle classi elevate, quando, con l’arrivo di specie meno pregiate e l’apertura di nuove vie commerciali, il pepe entrò nella cultura popolare divenendo l’insostituibile ingrediente che  ancora oggi conosciamo. Il pepe rosa è in realtà il frutto, dal  colore rosa intenso, della specie Schinus molle, una pianta arborea  della stessa famiglia del pistacchio, originaria del Sudamerica e diffusa da  noi soprattutto come specie ornamentale.
Oltre che in cucina il pepe era adoperato come medicinale, Discoride, Galeno e gli altri medici gli riconoscevano molteplici proprietà: diuretico, stimolante dell’appetito, digestivo, calmante dei dolori, ma nessuno faceva cenno a presunte azioni stimolanti dell’apparato genitale.
Questa spezia aveva un costo molto elevato, grazie alla sua conservazione senza tempo e alla difficile sofisticazione che poteva subire.
Rappresentava una merce rara con cui sovente i vassalli pagavano tributi o riscatti.
La costante richiesta del pepe dominò nei secoli il commercio delle spezie, fino a spingere mercanti ed avventurieri a battere anche le vie più pericolose. Alla fine del Medioevo quasi tutto il commercio del pepe in Europa passava per Venezia. Carichi imbarcati nei porti mediorientali erano venduti all’incanto a Rialto da speciali funzionari di nomina statale, denominati “messeri del pepe”.
Nel XV sec. con la scoperta della “Vie delle Spezie” da parte di Enrico il Navigatore il mercato si spostò a Lisbona.
Oggi il pepe, oltre ad essere la spezia più usata in cucina, è tra le poche sostanze cui la medicina riconosce una qualche attività afrodisiaca, in virtù dell’azione congestionante esercitata sugli organi genitali.



Uso in cucina

FILETTO DI SALMONE CON ROSTI E CREMA DI PISELLI

INGREDIENTI 

Ingredienti per il salmone

  • Filetto di salmone (4 filetti) 800 g
  • Olio extravergine d'oliva 50 g
  • Timo 2 rametti
  • Pepe misto in grani 5 g
  • Sale fino 1 pizzico 


Per la crema di piselli

  • Pisellini 200 g
  • Yogurt greco 100 g
  • Acqua 50 ml
  • Olio extravergine d'oliva 20 g
  • Menta 4 foglie
  • Scorza di lime 1
  • Sale fino 1 pizzico
  • Pepe nero 1 pizzico


Per il rosti

  • Patate 400 g
  • Cipolle bianche ½
  • Olio extravergine d'oliva 40 g
  • Sale fino 1 pizzico
  • Pepe nero 1 pizzico

PREPARAZIONE

Per preparare il filetto di salmone con rosti e crema di piselli, iniziate dalla marinatura del pesce: in una terrina versate l'olio, il pepe misto in grani, il timo tritato, un pizzico di sale e mescolate il tutto.
Eliminate la pelle dai filetti di salmone e le lische aiutandovi con una pinza da cucina. Poi ponete i filetti a marinare con la marinatura che avete preparato, lasciandoli riposare un paio d'ore in frigorifero per fare in modo che le spezie rilascino il loro sapore.
Poi mettete a cuocere le patate in abbondante acqua salata a piacere: dovrete cuocerle al dente, basteranno circa 20-25 minuti perchè restino ben sode. Poi sgranate i piselli freschi e versateli in padella con un filo d'olio. Fateli rosolare qualche istante, aggiungendo un pizzico di sale, pepe e un po' di acqua.
Lasciate cuocere i piselli con il coperchio fino a quando non saranno teneri. Dopodiché spegnete il fuoco e fateli raffreddare. Quindi versateli in un frullatore oppure in un contenitore alto per frullarli con un frullatore ad immersione, inisieme al timo, alle foglioline di menta e la scorza grattugiata del lime.
Azionate le lame per amalgamare gli ingredienti, poi aggiungete anche lo yogurt greco. Frullate ancora e tenete la crema da parte. Poi fate raffreddare le patate, pelatele quindi grattugiatele con una grattugia a fori grossi.
Mondate e tritate finemente la cipolla e fatela appassire a fuoco bassisimo in una padella con metà dose di olio. Quando sarà ammorbidita, versatela in una ciotolina e mescolatela alle patate grattugiate; salate e pepate a piacere , poi formate i rosti: foderate con carta da forno un vassoio e realizzate 4 dischi, suddividendo l'impasto in un coppapasta di 9,5 cm di diametro. In una padella ampia scaldate la dose di olio restante a fuoco vivace e fate cuocere alcuni minuti i rosti perchè si dorino da entrambi i lati.
Contemporaneamente in un'altra padella scottate  anche il salmone: basteranno 3-4 minuti, girandolo da un lato e dall'altro perchè le carni rimangano morbide e polpose. Quindi adagiate il filetto di salmone sulla crema di piselli e accompagnatelo con i rosti.

Valori nutrizionali quantità per 100 grammi

Calorie 0 Kcal
Grassi 0 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Sodio 0 mg
Potassio 0 mg
Carboidrati 0  g
Fibra alimentare 0  g
Carboidrati di cui zuccheri 0 g
Proteine 0 g
Vitamina A 0 IU
Calcio 0 mg
Ferro 0 mg
Vitamina D 0 mg
Vitamina B6 0 mg
Vitamina B12 0 mg
Sale 0 mg
Le informazioni pubblicate su Naturadoriente.com hanno carattere esclusivamente divulgativo e non devono essere considerate come consulenze né prescrizioni di tipo medico o di altra natura. Prima di prendere decisioni riguardanti la propria salute, compresa quella di variare il proprio regime alimentare, è indispensabile consultare, di persona, il proprio medico.
valutazioni prodotto
  • Numero di recensioni : 2
  • Voto Medio : 5 /5
Mostra il certificato di Fiducia

- Per ulteriori informazioni sulla natura della verifica delle recensioni e sulla possibilità di contattare l'autore dell'opinione, consulta le nostre CGU.

- Non è stato fornito nessun incentivo per queste recensioni

- Le recensioni sono pubblicate e mantenute per un periodo di 5 anni

- Le recensioni non possono essere modificate; se un cliente vuole modificare la sua recensione, deve contattare direttamente Recensioni Verificate, per far cancellare la precedente e scriverne una nuova

- I motivi della cancellazione di una recensione sono disponibili qui.

  • Gabriella G.
  • pubblicato il 01/02/2019
  • 5/5
  • in seguito ad un ordine del 17/01/2019
Prodotto ottimo. Acquisterò sicuramente di nuovo!
  • Vittoria N.
  • pubblicato il 17/11/2018
  • 5/5
  • in seguito ad un ordine del 01/11/2018
Profumato e di sapore intenso
Recensioni ordinate cronologicamente​

Blog

22 altri prodotti nella stessa categoria: