Timo in foglie: proprietà, benefici:

Il Timo, è un'erba aromatica dalle tante proprietà e ottima in cucina per rendere più gustosi diversi tipi di piatti. L'impiego del timo è particolarmente indicato per il trattamento delle affezioni che interessano le vie respiratorie. Esistono centinaia di varietà di timo, alcune delle quali sono caratterizzate da un piacevole aroma di limone.

Il timo può vantare un inaspettato contenuto vitaminico, sia in riferimento alla vitamina C che alle vitamine del gruppo B. Contiene inoltre timolo, linaiolo e sali minerali. Si tratta di una pianta officinale ed aromatica, che presenta al proprio interno un olio essenziale e sostanze benefiche grazie alle quali al timo vengono attribuite proprietà balsamiche, anticatarrali ed antisettiche.

Tra i sali minerali contenuti nel timo troviamo manganese, ferro, potassio, calcio e magnesio. Il timo è inoltre considerato un tonico ed uno stimolante dell'apparato digerente. È inoltre ritenuto da parte della medicina alternativa come un vero e proprio antibiotico naturale e un diuretico. Al timo vengono infine attribuite significative proprietà antiossidanti nella protezione delle membrane cellulari.

Origini e cenni di storia:

Il timo è la pianta botanicamente nota con il nome di Thymus vulgaris, conosciuta anche come erbuccia o sermollo, ed è una spezia che insieme a santoreggia, rosmarino e salvia contribuisce a profumare la macchia mediterranea. Da sempre apprezzato in cucina sia per il gusto che per le proprietà digestive e antisettiche favorevoli alla conservazione delle carni. Quando non esistevano i frigoriferi, il timo era impiegato per la conservazione degli alimenti, vista la notevole presenza di olio essenziale ad azione antiputrida.         

Gli Egizi si affidavano alle virtù di questa erba  aromatica per imbalsamare i defunti. Per i greci non esisteva profumo più celestiale, e apprezzavano moltissimo un miele ricavato da uno specie di timo molto frequente sui monte ateniesi, riconoscendogli virtù straordinarie nelle malattie del petto. Galeno, medico e filosofo greco, lo suggeriva in polvere a chi soffriva di dolori articolari, e lo considerava il più potente antisettico conosciuto. Gli Etruschi e i Romani, cominciarono ad introdurre il timo in cucina ed a profumare con esso vini e formaggi.

Le dame usavano donarlo al cavaliere del cuore perché fosse da esso protetto in battaglia. Le fanciulle nelle prime settimane dell’anno, ne ponevano sotto il cuscino alcuni rametti come buon auspicio di un probabile matrimonio. A questa erbetta anche la medicina ha riconosciuto proprietà antisettiche, tanto da essere definito da alcuni “l’antibiotico dei poveri”. Per uso esterno deterge e disinfetta la cute, sotto forma di sciacqui è benefico contro le malattie delle vie respiratorie.

Uso in cucina: torta soffice al limone con timo, ingredienti: 200 g burro 200 g zucchero di canna 100 g farina 5 g lievito in polvere 100 g di uva passa (opzionale) 4 uova la scorza di 1 limone 5 g di foglie essiccate di timo 15 g zucchero a velo il succo di 2 limoni 5 g di foglie di timo essiccate per la glassa.

PREPARAZIONE: Iniziate a preparare la torta soffice al limone e timo preriscaldando il forno a 160 °C. Dotatevi di una teglia per plumcake e foderatela con della carta da forno. Sciogliete il burro a bagnomaria e lavoratelo con lo zucchero di canna fino a dar vita a una crema soffice. A questo punto, unitevi le uova e mescolate con l’aiuto di uno sbattitore elettrico fino a quando tutti gli ingredienti non risultano ben amalgamati. Aggiungete, poi, le foglie essiccate di timo e la scorza di limone. Setacciate la farina con il lievito e unitevi l’uva passa. Aggiungete a poco a poco la farina al composto con le uova e continuate a lavorare il vostro impasto fino a quando non risulta omogeneo.A questo punto versatelo nella vostra teglia per plumcake e infornatelo.

Lasciate cucinare la vostra torta per circa 50 minuti.Quando la torta al limone e timo è quasi pronta potete realizzare la glassa al limone per la copertura. Sciogliete lo zucchero a velo nel succo di limone e unitevi i 5 g restanti di foglie di timo essiccate. Portate a ebollizione il tutto. Lasciate raffreddare per qualche istante la glassa prima di versarla sulla vostra torta al limone.  A questo punto non vi resta che assaggiarla. Se non amate il tè potete gustarla anche accompagnandola con del gelato al limone o alla vaniglia, proprio come si fa con i waffel.

0082/50

Scheda tecnica

Provenienza
Turchia
Tipologia
Spezie intere

Riferimenti Specifici

ean13
8056479082995
Aggiungi altri prodotti al tuo carrello

16 altri prodotti della stessa categoria: