I frutti di bosco, in particolare i frutti rossi, sono ricchi di elementi preziosi per il nostro benessere grazie ai loro antiossidanti. In più, il loro gusto anche nel freddo inverno, può riportarci al calore e ai profumi dei frutti baciati dal sole. Petali di rosa, aroma naturale, ribes nero, ribers rosso, more...Scoprine lo squisito sapore fruttato ma anche le tante proprietà!

Infuso di frutti rossi: proprietà e benefici

Queste bacche e frutti, contengono un'elevata dose di vitamine e sostanze antiossidanti. Sono ottimi consumati freschi o essiccati, ma se ne vogliamo apprezzare le qualità durante la stagione fredda, possiamo prepararne calde infusioni. Oppure, si prestano come bevande rinfrescanti in estate.
Grazie a questo mix, la tisana ai frutti rossi, è un coadiuvante per diverse condizioni del nostro organismo. Sappiamo che i frutti rossi, per lo più bacche, sono un gruppo molto ampio di frutti che si caratterizzano per avere, oltre alla tonalità rossa o rosso scura, un sapore acido e nutrienti preziosi. Forniscono molti benefici per la salute, come antiossidanti, vitamine, minerali e fitonutrienti.

Prima di tutto, è noto questo infuso grazie alla sue proprietà benefiche per la circolazione sanguigna. Alcune sostanze contenute in questi frutti, come gli antociani, sono benefiche per il nostro sistema cardiovascolare. Sono pigmenti vegetali che producono nei frutti una tonalità rossa, viola o blu a seconda del loro pH.

Oltre al loro ruolo di colorazione, gli antociani possono svolgere un per la salute del cuore, neutralizzando i radicali liberi dannosi per le nostre cellule. Attenuano le infiammazioni e proteggono le arterie, rinforzando le pareti di capillari e vasi sanguigni. Aiutano la circolazione, quindi, fino al microcircolo.

I glicosidi antocianici, o antociani, possono rafforzare la struttura del tessuto connettivo dei vasi sanguigni, migliorandone tono ed elasticità; aiutano a bloccare la fragilità capillare.

Specialmente per chi soffre di disturbi circolatori, come nel caso delle vene varicose, varici o emorroidi, i frutti rossi possono essere utili. Possono essere adatti anche ad alleviare gonfiori alle gambe e pesantezza, riattivando la circolazione. Le potenzialità sulla microcircolazione sono un aspetto che era considerato in passato anche un afrodisiaco maschile.

Per contrastare la cattiva circolazione sanguigna e per il benessere del sistema cardiocircolatorio, sappiamo che sono preziosi alimenti ricchi di antociani (flavonoidi antiossidanti) e vitamina C, come i frutti rossi. Per mantenere la salute del cuore, i frutti rossi contengono anche il magnesio, che aiuta il nostro organo vitale a funzionare correttamente.

Gli antociani contenuti nell'infuso di frutti rossi, sono utili anche per la vista, dato che favoriscono il benessere della retina.

Questo ai frutti rossi è un infuso ottimo pure per chi ha problemi di digestione, dato che aiutano a migliorare il transito intestinale grazie al loro alto contenuto di fibre e alcuni acidi organici (citrico, malico, tartarico, ossalico, etc.).

Questi frutti prevengono la stitichezza promuovendo movimenti intestinali regolari, assorbendo l'acqua nel tratto digestivo inferiore e aiutando nell'eliminazione delle tossine.

L'effetto depurazione soccorre il colon con i corretti transiti intestinali, e anche le vie urinarie con la sua azione detox e diuretica dovuta al potassio.Inoltre, l'infuso ai frutti rossi è adatto a chi ha bisogno di ritrovare l’equilibrio cutaneo, grazie alla presenza del mirtillo rosso ricco di vitamina C e sali minerali

Amata molto dalle donne, la tisana ai frutti rossi è in grado di rallentare il processo di invecchiamento della pelle, grazie agli antiossidanti che sono anche anti-age. Questi frutti, che comprendono anche il frutto anti-età per eccellenza, l'uva, rallentano il decadimento precoce e riducono gli effetti negativi dei radicali liberi.

Oltre agli antiossidanti che preservano l'acido ialuronico nell’epidermide, per renderla più liscia e luminosa, sono presenti nell'infuso anche sali minerali preziosi a livello di idratazione.

Questo infuso, infatti, è anche una tisana dissetante e idratante. Oltre ad essere un potente antiossidante, mantiene la salute delle ossa grazie alla fonte di vitamina K, che trattiene il calcio nella matrice ossea.

Questi frutti rossi rafforzano anche il sistema immunitario grazie alla vitamina C, ben nota per le sue proprietà immunostimolanti.

La tisana frutti di bosco favorisce pure il rilassamento. In realtà con questi ingredienti non manca nulla per aiutare il nostro organismo a rimanere in forma e depurato. Un toccasana per mente e corpo.

Origini e Storia della coltivazione

In questo mix sono presenti diverse bacche o elementi naturali che aiutano la nostra salute. Per creare questo infuso sono stati essiccati ibisco, bacche di sambuco, uva, petali di rosa, ribes nero, ribes rosso, more. 

Le varie piante sono in parte frutti di bosco, in parte delle particolarità come i fiori di ibisco e i fiori di rosa, noti per le loro benefiche proprietà e vitamine.La maggior parte delle piante è stata coltivata dagli esseri umani fin dall'antichità, come l'uva menzionata anche nella bibbia.

In alcuni casi, la diffusione di questi alimenti si è incrementata con il medioevo, quando più merci e piante per innesto hanno iniziato a circolare, e anche diversi frutti sono entrati nella nostra dieta.Ad oggi, anche dei frutti rossi o altri alimenti, sono disponibili comodamente ovunque, e in tutte le stagioni, grazie all'infuso di petali e bacche essiccate.

Pianta e fiori

Le componenti della tisana sono tante, e il misto racchiude bacche e frutti di varia provenienza.

Proponiamo un infuso con petali di ibisco, petali di rosa, bacche di sambuco, uva, ribes nero, ribes rosso, more

Il ribes rosso è il Ribes rubrum, una pianta perenne appartenente alla famiglia delle Grossulariaceae, originaria dell'Europa occidentale. Questo piccolo arbusto è molto ramificato, ama il clima invernale, che ne stimola la fruttificazione. 

Il ribes nero (Ribes nigrum), è un arbusto della famiglia Grossulariaceae coltivato per le sue bacche commestibili. È originario delle zone temperate dell'Europa e dell'Asia settentrionale, dove preferisce terreni umidi e fertili. 

L'ibisco o Hibiscus è una pianta della famiglia delle malvacee. Il genere comprende centinaia di specie, originarie delle regioni calde temperate, subtropicali e tropicali di tutto il mondo. I grandi fiori, sono quelli utilizzati nella fitoterapia. 

La Rosa è un arbusto perenne della famiglia delle rose (Rosaceae), originario delle regioni temperate dell'emisfero settentrionale. Note per i bellissimi fiori, dal profumo delizioso, donano anche i boccioli per un infuso benefico. La mora è il frutto di rovo dell'arbusto Rubus Fruticosus L. della grande famiglia delle Rosaceae. Cresce spontaneamente nei paesi del Mediterraneo, come pianta rampicante e spinosa, che dà vita ai tradizionali boschetti di more. 

Le bacche di sambuco derivano dal Sambucus nigra europeo, appartenente alla famiglia delle Adoxaceae. È un arbusto che si trova in Europa e in Asia occidentale, e cresce in luoghi umidi come paludi e acquitrini. L'uva è la celebre Vitis Vinifera che ci dona i suoi grappoli succosi. Pianta conosciuta da millenni, che si pensa sia originaria dell'India, e che si diffuse prima in Asia e poi nel bacino del Mediterraneo.

Valori nutrizionali dell'infuso di frutti rossi

L'infuso contiene diverse vitamine, del Gruppo B e la vitamina C, oltre a discrete dosi di vitamina K, e vitamina E. Inoltre, nei frutti rossi sono presenti dei minerali come ferro, magnesio, manganese, fosforo, potassio, e calcio. A livello di antiossidanti, abbondano flavonoidi, carotenoidi e antociani. 

Inoltre, i frutti rossi contengono benefiche fibre alimentari.

Come adoperare i frutti rossi nella tisana

L'infuso si ottiene inserendo in una tazza (250 ml), circa 3-5 grammi la miscela di frutti rossi con acqua a 100 °C.
Lascia in infusione dai 10 ai 12 minuti, prima di bere la tisana.
Aggiungi miele o zucchero, se lo desideri.

Infuso di frutti rossi: effetti collaterali e controindicazioni

Sia le bacche sia i fiori contenuti nella tisana sono considerati solitamente sicuri, mantenendo le dosi raccomandate. Tuttavia, è bene valutare gli ingredienti in caso di allergie o intolleranze.

La maggior parte dei frutti rossi, infatti, può liberare istamina nell'organismo; quindi è bene valutare i singoli alimenti contenuti nell'infuso, se possano scatenare una reazione allergica.

Una cautela è consigliata anche alle donne in gravidanza e in fase di allattamento – quando l'istamina potrebbe riversarsi nel latte materno.

Inoltre, dosi eccessive possono causare effetti collaterali come leggera diarrea e formazione di gas intestinali.

0245/50

Riferimenti Specifici

ean13
8056479081233
Aggiungi altri prodotti al tuo carrello

16 altri prodotti della stessa categoria: