Semi di sesamo: proprietà e benefici:


I semi di sesamo hanno notevoli proprietà benefiche e possono essere consumati in maniera utile in diverse situazioni. Sono considerati come una delle principali fonti vegetali di calcio. Rappresentano inoltre una fonte di manganese, zinco e selenio. Sono inoltre ricchi di acidi oleici, che contribuiscono a ridurre i livelli di colesterolo LDL nel sangue e ad incrementare la presenza di colesterolo "buono" HDL. Inoltre, rappresentano anche un’alternativa gustosa e sana per tutti quei soggetti che non possono consumare latticini e derivati per colpa di intolleranze.

I semi di sesamo sono considerati un toccasana per la salute cardiovascolare per il loro contenuto di lignani permette il controllo della pressione sanguigna, con effetti anti-ipertensivi. Il loro consumo  può contribuire a prevenire la formazione di placche sulle pareti delle arterie. L'assunzione di semi di sesamo è benefica per le ossa, migliora le funzioni del fegato, è efficace nella rimozione dei vermi intestinali, riduce i reumatismi e i dolori articolari, stimola la circolazione e contribuisce a migliorare la digestione. L'olio di sesamo, ricavato dai semi, viene impiegato per la cura della pelle, per effettuare massaggi rinvigorenti, contro la forfora e per contrastare la congestione nasale. In cucina nella maggior parte dei casi, rappresentano uno degli alimenti migliori all’interno della dieta macrobiotica.

Sono spesso utilizzati  per rendere più ricchi, ad esempio gli impasti per realizzare il pane o tanti altri prodotti da forno. Al tempo stesso, i semi di sesamo si possono impiegare per condire le insalate e i muesli che si mangiano a colazione.

I semi di sesamo nella storia:

Il Sesamum indicum L. ( fam. Pedaliaceae ) è una pianta originaria dei tropici, infatti è stato utilizzato il termine indicum per evidenziarne la sua provenienza dall’India.

Il Sesamo, grazie alle sue proprietà, è fra i condimenti più antichi che si conoscano. Già 5000 anni fa veniva coltivato in India poiché era fondamentale non solo per l’alimentazione umana dell’uomo (macinato e mescolato nei cibi) ma anche per il suo utilizzo come combustile per lampade e per i suoi usi medicinali, religiosi e cosmetici. Gli stessi indiani attribuiscono l’origine del sesamo ad un dono concesso dalle divinità, secondo la letteratura indiana i semi di sesamo sarebbero nati dalle gocce di sudore di Visnu.

Se diciamo Sesamo, pensiamo subito alla famosa formula magica “Apriti Sesamo” che Ali Babà diceva per permettere l’ apertura della roccia di una caverna ove erano nascosti i tesori; allo stesso modo l’apertura del frutto del Sesamo contiene i semini ricchi di proprietà nutritive e benefiche che conferiscono forza e vitalità  all’uomo.

L’ importanza del sesamo nella cultura indiana è riportato non solo in Medicina Ayurvedica in quanto stimola la digestione e cura le malattie dell’apparato genito urinario quali dismenorrea ed emorroidi, ma anche nei testi sacri buddisti infatti è considerato uno dei cibi superiori (ampiamente usato nella dieta dei monaci) e il Budda ricordava che “il seme di sesamo, nonostante fosse molto piccolo, poteva generare un grande albero”.

Il valore nutritivo e medicamentoso di questo “piccolo tesoro” è stato apprezzato anche dagli egiziani sino ad inserirlo nel papiro di Ebers (ca. 1550 a.C.) con il termine semsent fra i rimedi contro il mal di testa ed emorragie. Fu solo nel I° sec. d.C. che in Italia, ed esattamente in Sicilia, si cominciò a spolverarne i semi sul pane. Ad oggi il suo utilizzo come condimento, in Africa e nei paesi del Mediterranea, è molto apprezzato specialmente assieme al miele grezzo, con il quale si preparano le tortine di sesamo.

A causa del suo alto contenuto di grassi, il sesamo tende ad irrancidire facilmente, pertanto è sempre opportuno consumarlo dopo averlo macinato al momento.

0077/75

Riferimenti Specifici

ean13
8056479082391
Aggiungi altri prodotti al tuo carrello

15 altri prodotti della stessa categoria: