Avviso ai clienti durante il mese di agosto saremo coinvolti in numerosi eventi. Il negozio sarà operativo ma le spedizioni saranno sospese dal 1/08 al 1/09. Approfittate del codice sconto COCOMERO5 (sconto del 5% valido fino al 29/7) per fare scorta dei vostri prodotti preferiti.

Questo binomio di prodotti squisiti, unisce il sapore piccante dello zenzero all'aroma dolce del mango, creando un contrasto delizioso. Per gli amanti dello zenzero, aromatico e speziato, la miscela è squisita oltre che benefica. Il mango in questa composizione ammorbidisce e addolcisce la naturale energia dello zenzero, mentre la miscela con la mela diventa particolarmente rinfrescante. Il tono erbaceo delle foglie di ortica, rende il tocco finale a questa bevanda unica e rivitalizzante. L’infuso mango e zenzero arriva al palato deliziosamente fruttato e originale, un vero piacere di gusto, ideale in qualsiasi momento della giornata.

Infuso mango e zenzero: proprietà e benefici

Una miscela speziata e intensa, che sostiene la digestione e il benessere dell'organismo grazie a questi ingredienti. Il mango e lo zenzero sono elementi già noti alla medicina ayurvedica classica, che univa proprietà differenti per riscaldare e facilitare il transito del cibo. Lo zenzero aiuta a potenziare un sano sistema digestivo, alleviando i sintomi delle difficoltà nell'assimilazione gastrointestinale, come gonfiore e nausea. Le sue proprietà per calmare il mal di stomaco, favoriscono anche il corretto assorbimento degli alimenti, evitando gonfiore e gas intestinali dopo aver mangiato troppo.

Nel caso di indigestione, contrasta l'infiammazione dello stomaco e l'acidità anche grazie all'ortica che bilancia il rapporto acido/alcalino nel corpo. L'infuso a base di mango e zenzero dona proprietà depurative, favorendo la corretta assimilazione e combustione dei grassi. Anche la mela aiuta la disintossicazione, la digestione e la perdita di peso – se l'infuso è inserito in una valida dieta dimagrante. L'infusione dei componenti (radice, frutto e foglie) è utile per depurare gli intestini e la vescica. Assumendo questo infuso si ottengono diversi antiossidanti e le vitamine del mango. Principi attivi benefici che rinforzano il sistema immunitario grazie alla vitamina C, il magnesio e altri minerali resi disponibili dalla radice di zenzero e dai frutti (mango e mela).

La miscela è perfetta calda, per battere il freddo e l'irritazione delle mucose come supporto naturale ai sintomi della congestione nasale e del raffreddore. È una bevanda lenitiva grazie agli oli volatili, che donano proprietà antinfiammatorie naturali, utili per calmare irritazioni, mal di testa e dolori mestruali. Il contenuto di vitamina C è adatto a contrastare il raffreddamento e altri antiossidanti proteggono le mucose.

Il mix per l'infuso promuoverà anche la sudorazione quando necessario, favorendo la corretta circolazione sanguigna. Lo zenzero è stato tradizionalmente usato per favorire la corretta microcircolazione periferica - utile nel caso di mani e piedi freddi. Mango e zenzero ben si abbinano alle foglie di ortica che rappresentano un concentrato che apporta calcio, ferro, potassio e magnesio. Elementi utili a calmare il sistema nervoso, agevolare il relax e rinvigorire. Insieme al mango, fornisce betacarotene e vitamine del gruppo B, per un effetto sinergico che aumenta le proprietà di ogni elemento.

Origini e Storia della coltivazione

L'albero del mango originario dell'India, oggi è coltivato in tutte le zone tropicali. Fin dai tempi remoti, ebbe una grande importanza nelle popolazioni che seguivano la religione Indù, per la quale il mango era sacro. In molte leggende era una pianta usata per ornare i templi e i frutti venivano considerati benefici. La parola attuale mango deriva dalla frase maangai, che si trasformò in lingua portoghese manga e poi mango.

Nel IV secolo a.C. circa fu introdotta in altri paesi, fuori dall'India tra cui il sud-est asiatico e in Africa orientale. Pian piano si diffuse in Europa e i portoghesi esportarono i semi di mango in America del Sud. Ad oggi in Europa si coltiva in Spagna e in Italia (Sicilia e Calabria).

La radice della pianta di zenzero (il fusto sotterraneo detto rizoma) è stata utilizzata in molte tradizioni erboristiche fin dall'antichità. Dato che la pianta non cresce facilmente allo stato selvatico, le sue origini sono incerte. Si ritiene che indiani e cinesi abbiano usato lo zenzero come radice tonica da circa 3000 anni per curare vari disturbi. Nella medicina indiana Ayurveda, lo zenzero è conosciuto come portentoso, impiegato per un'ampia varietà di trattamenti salutari, in particolare il supporto alla corretta digestione. Storicamente, la radice di zenzero era anche una delle erbe note per la salute delle articolazioni come antinfiammatorio naturale. Arrivò in Europa importato dall'India e molto apprezzato nell'Impero Romano già 2000 anni fa per le sue proprietà medicinali.

Lo zenzero è stato un prodotto molto ricercato in Europa, commerciato dai mercanti arabi. Oggi la pianta viene coltivata in tutte le zone tropicali e l'India che ne è il maggior produttore. Ad oggi lo zenzero è conosciuto come parte di una famiglia di piante che include cardamomo e curcuma, spezie molto note e usate. Il nome attuale italiano risale alla parola greca ziggiberis e latina zinziberi. L'ortica è una pianta erbacea perenne che cresce selvatica, spesso considerata infestante. Diffusa in molti continenti – l'Europa, l'Asia, il Nord Africa e il Nord America – l'ortica è una pianta commestibile e per questo il suo uso è stato registrato fin dall'età del bronzo (3000 a.C. - 1200 a.C.) in molti versanti. Presenta proprietà nutritive e medicinali che l'hanno resa celebre nel tempo. Secondo le testimonianze, addirittura nel I secolo a.C., le proprietà pungenti dell'ortica aiutarono le truppe di Giulio Cesare a rimanere vigili durante la notte. La fibra di ortica è stata anche usata come tessuto, sostituto dei filati di cotone quando questo materiale non era disponibile. A livello erboristico, le foglie sono state usate per trattare le infiammazioni da artrite, reumatismi e rinite allergica. È coltivata per uso alimentare, per creare decotti e infusi, e ricavare anche fertilizzanti e insetticidi.

Frutta e fiori

Il mango è il frutto della pianta Mangifera, appartenente alla famiglia delle Anacardiacee. È una sempreverde che mostra foglie appuntite e fiori bianco-rosati o giallastri. I frutti sono pochi rispetto ai fiori, e richiedono da tre a sei mesi per maturare, a seconda delle varietà di Mangifera coltivata. Nascono come frutti delle drupe dalla buccia con colori dal giallo al verde fino al rosso-verde – sono variabili nelle dimensioni. La polpa è tenera e gialla. La pianta Zingiber officinalis è una pianta da fiore appartenente alla famiglia delle Zingiberaceae originaria del sud-est asiatico. Il rizoma, che è la parte sotterranea dello stelo, è quello comunemente usato per il consumo e che dona la spezia. Lo zenzero può essere usato fresco, essiccato, in polvere o sotto forma di olio o succo. La pianta del Malus domestica della famiglia delle Rosacee, ci dona le mele. È un albero originario dell'Asia, probabilmente nel Kazakistan. Il melo è diffuso ormai in tutto il pianeta, come albero di circa 3-10 m di altezza, con una chioma espansa e folta. I frutti si diversificano nei colori e nelle tante varietà, e sono utilizzati nell'alimentazione umana da millenni. L'ortica presenta il nome botanico di Urtica dioica L., una pianta erbacea perenne.. solitamente non è molto alta, tra i 30 e i 250 centimetri e si mostra poco ramificata. Si diffonde anche grazie al rizoma strisciante molto ramificato, e dona foglie grandi, seghettate e acuminate. Possiede dei peli che rilasciano un fluido irritante e urticante (causano bruciore e prurito), quando si rompono.

Valori nutrizionali dell'infuso di mango e zenzero

I principali principi attivi sono sostanze nutritive come vitamine (B3 e B6, C) e minerali - ferro, potassio, magnesio, fosforo, zinco. A livello di composti protettivi con proprietà antiossidanti, includono mangiferina, antociani, shogaoli e gingeroli; polifenoli e carotenoidi. Come adoperare gli ingredienti nell'infusione

L'infuso si ottiene inserendo in una tazza (250 ml), circa 3-5 grammi della miscela di mango e zenzero, con acqua a 100 °C. Lascia in infusione dai 10 ai 12 minuti, prima di bere. Aggiungi miele o zucchero, se lo desideri.

Infuso mango e zenzero: effetti collaterali e controindicazioni

Anche se l'infuso apporta dei benefici, è necessario rispettare le dosi consigliate e non eccedere per periodi troppo lunghi nell'assunzione della bevanda. Il consumo eccessivo può provocare irritazione e acidità di stomaco, costipazione, mal di testa.

0401/50
Aggiungi altri prodotti al tuo carrello

16 altri prodotti della stessa categoria: