Avviso ai clienti durante il mese di agosto saremo coinvolti in numerosi eventi. Il negozio sarà operativo ma le spedizioni saranno sospese dal 1/08 al 1/09. Approfittate del codice sconto COCOMERO5 (sconto del 5% valido fino al 29/7) per fare scorta dei vostri prodotti preferiti.

Caramelle gommose a forma di rotella a base di estratto di liquirizia ed aromatizzate con anice stellato. La liquirizia aromatizzata all’anice è un classico, questa è l’interpretazione della famosa casa tedesca che ha inventato le caramelle gommose.

Curiosità sulle rotelle di liquirizia Haribo e non solo:

Sapete da dove nasce il nome Haribo? Un tedesco di nome Hans Rieber nel 1920 a Bonn fondò la sua azienda che produceva caramelle, un’azienda interamente familiare, le prime consegne in città le facevano i figli in bicicletta. Due anni dopo, nel 1922 iniziò a produrre gli orsetti gommosi al gusto di frutta, le prime caramelle gommose della storia. Una caramella è composta soprattutto o perfino interamente di zucchero, il tipo più semplice di caramella oltre allo zucchero impiega solo gli aromi per determinare il sapore della caramella.

Lo zucchero viene riscaldato ben oltre i 100 gradi (134°C per le caramelle più dure), poi lo si raffredda e va incontro a un processo chiamato cristallizzazione. Le caramelle nascono in India nel quarto secolo, nessuna meraviglia visto che la canna da zucchero è originaria della regione indomalese, in Occidente per secoli lo zucchero rimarrà una rarità e dunque le caramelle seguiranno la stessa sorte. Gli artigiani confezionavano caramelle col poco zucchero importato solo per pochi privilegiati ed anche questi facoltosi individui non ne facevano certo l’uso distratto che ne facciamo oggi noi, questi preziosi confetti venivano creati per racchiudere sostanze che lenivano i sintomi di comuni malanni (come tosse e bruciori di stomaco) e venivano offerte sulle tavole dei più ricchi.

Nel 1800 cambiò tutto, prima alla fine del secolo precedente si trovò il modo per estrarre efficientemente lo zucchero dalla barbabietola, terminando così la atavica carenza di zucchero del mondo Occidentale, poi a metà del secolo arrivarono le innovazioni tecnologiche che automatizzando certi aspetti del processo di produzione permisero alla caramella di diventare un bene di massa. Una su tutte: una pentola a vapore che gira da sola (lo zucchero deve essere continuamente mescolato per tutto il tempo che rimane liquido). Dunque quando arrivò Rieber il consumo di caramelle aveva già assunto aspetti moderni anche se da non molto tempo. Una curiosità su come si è arrivati all’idea delle caramelle gommose: gli artigiani che creavano caramelle iniziarono ben presto ad impastare con lo zucchero sostanze che favorissero l’amalgama, ad esempio amidi, ma l’idea di utilizzare la gomma probabilmente trova la sua più antica ispirazione in ciò che fecero gli arabi. Il fatto che nell’antichità in Occidente non ci fosse zucchero non vuol dire che non si fosse sviluppato il gusto per il dolce, la frutta fu il primo dolce, frutta matura veniva data ai bambini come dolce, il miele era il dolcificante e si cominciò a dolcificare la frutta con esso. Ad esempio si consumavano fichi coperti di miele. Gli arabi che erano soliti consumare dolci succhi di frutta ebbero l’idea di impastarli con la gomma per ricavarne un finger food dolce, pare abbastanza evidente che questi ridotti a tocchetti possono facilmente essere visti come antenati delle moderne gommose alla frutta, con la differenza che le gommose di Rieber contengono molto più zucchero, del resto se lo zucchero non fosse l’ingrediente più abbondante non sarebbero caramelle.

0696/250

Riferimenti Specifici

ean13
8056479086382
Aggiungi altri prodotti al tuo carrello

16 altri prodotti della stessa categoria: